Quanta energia abbiamo trovato al Summer Jamboree? Tantissima! Tutta quella che ci è servita per ballare, fino a tarda notte, al ritmo di Boogie Woogie.
A Senigallia, nel pieno dell’estate, mentre i turisti arrivano in riviera per concedersi una pausa dalla loro routine quotidiana, anche il presente si prende una vacanza. Tablet, scarpe da tennis e bastoni da selfie possono restare chiusi in valigia. Fino al 6 agosto, chi vuole essere al passo con i tempi, deve sfoggiare fasce per capelli, collane floreali e capelli cotonati. Quando arriva il festival dedicato alla musica e alla cultura dell’America anni Quaranta e Cinquanta, la città marchigiana fa un tuffo nel passato. Il Summer Jamboree raccoglie l’eredità di un’epoca ormai lontana e, per dieci giorni, la fa rivivere nei suoni e nei colori della città.

Swing , Jazz, Jive e Rhythm&Blues: accompagnata da questa colonna sonora, la nostra macchina del tempo può partire. Siamo pronti a recuperare l’energia nascosta nella musica, nei balli e nella moda degli anni ’40 e ‘50.

Il nostro viaggio comincia dallo stand di Estra che campeggia nel mezzo di piazza Garibaldi. Attratti dall’enorme pagoda gonfiabile, i passanti si fermano e scoprono di poter fissare il ricordo del Summer Jamboree con un tatuaggio in stile old school da stampare sulla pelle. A pochi metri, tra le bancarelle del mercatino vintage, sembra vada in scena un vecchio film in bianco e nero. I protagonisti, però, non sono attori ma appassionati di vintage arrivati da tutto il mondo per seguire il Jamboree.
Ci sono i ragazzi che sfoggiano ciuffi tirati indietro con la brillantina e passeggiano per le strade indossando camicie hawaiane e jeans col risvolto. Le ragazze, sedute sotto al casco dei parrucchieri, aspettano che le acconciature a banana siano pronte in tempo per il party sulla spiaggia. Per loro, l’outfit d’ordinanza è composto da rossetti rossi, top annodati in vita, occhiali da sole maxi e gonne a ruota. Tutt’intorno è un trionfo di musica, cabaret, ristoranti a tema, lezioni di danza, burlesque, mercatini di modernariato, tatuatori e laboratori di trucco.
Quando il sole sta per tramontare ci spostiamo sul lungomare dove tutto è pronto per l’evento più atteso della kermesse: l’inimitabile Big Hawaiian Party. Le Hawaii e le sonorità dell’isola tanto amata dai cultori del vintage made in U.S.A ci faranno compagnia fino a tarda notte. Certo, per ballare ore a ritmo di Boogie Woogie serve un sacco di energia. Questo, però, non ci preoccupa: grazie a Estra, abbiamo tutta quella che ci serve.