La pioggia non ci ha fermati nemmeno questa volta.
E così siamo partita alla volta di Firenze per visitare lo stadio Artemio Franchi, la casa della Fiorentina, di cui Estra è sponsor e, ovviamente, goderci una partita spettacolare come quella di Fiorentina – Roma.
Una gara emozionante, che già nel primo tempo si era conclusa sul 2 pari, con la Roma che ha provato a scappare per ben due volte ma che in entrambi i casi è stata raggiunta dagli uomini di Pioli, dimostrando così carattere e determinazione. Nel secondo tempo invece la Roma ha avuto la meglio, frutto di una maggiore esperienza e di meccanismi più rodati.
E’ finita 2-4 per la squadra di Di Francesco, ma sugli spalti il tifo locale ha apprezzato e applaudito l’impegno della Viola, per il coraggio e le belle azioni messe in campo. La strada è ancora lunga e questa squadra ha ancora molta energia da regalare durante il corso del campionato.
Ma facciamo un passo indietro. Siamo arrivati in tarda mattinata per visitare lo stadio Artemio Franchi, durante una giornata che ha salutato un ottobre mai così soleggiato, e dato il benvenuto a un novembre a dir poco piovoso. Il cattivo clima infatti ha imperversato per tutto il tempo, ma questo non ha impedito a migliaia di tifosi di partecipare all’evento.
 

Entrati dentro al palazzetto ci siamo subito resi conto della bellissima atmosfera, mista a tensione, che circondava lo stadio e i presenti: c’era molta attesa per la sfida contro la Roma.

Dopo aver incontrato alcuni rappresentati della Fiorentina e aver fatto il giro del campo, ci siamo fermati per parlare con alcuni tifosi e capire l’umore generale. La Fiorentina è una squadra giovane, che durante l’estate è stata rifondata con molti volti nuovi, compreso quello dell’allenatore Stefano Pioli. La società, da anni impegnata nello scovare talenti, ha iniziato la stagione con qualche titubanza, alti e bassi normali per chi cambia così tanto in poco tempo. I tifosi ci hanno confermato il loro supporto e hanno già individuato in alcuni acquisti recenti i nuovi idoli: Simeone, figlio del Cholo, Benassi, proveniente dal Torino e nel giro della Nazionale, così come il più esperto Thereau, che ieri però era infortunato.
Molta fiducia e altrettante aspettative circondano il team e questo ci è stato confermato anche dall’incontro che abbiamo avuto nell’immediato prepartita.
Giancarlo Antognoni, bandiera della Fiorentina e campione del Mondo a Spagna 1982, ora Club Manager dei toscani, si è intrattenuto insieme a noi e ha condiviso la sua visione del calcio attuale, della stagione che ancora attende la Fiorentina e sui prossimi impegni.
Un personaggio speciale, una figura che nel calcio moderno è sempre più difficile da trovare: quella del grande giocatore che si lega per tutta la carriera ad una squadra.

La Fiorentina, con un manager di questo calibro non può che essere in buone mani e noi speriamo di avere la fortuna di incontrare di nuovo la squadra durante le prossime giornate.
Forza Fiorentina, Estra è al tuo fianco!