Abbiamo visto le migliori startup della nostra generazione riunite in E-Qube, la challenge pensata da Estra in partnership con BIBA Venture Partners per dare voce e opportunità alle imprese più nuove e tecnologiche del panorama internazionale.
Le abbiamo viste riunirsi sotto i nostri occhi, loro, le migliori dieci, arrivate alla due giorni finale di Firenze dopo una competizione mondiale che ha visto partecipare 231 progetti da quattro continenti diversi.
 
I vincitori
 
Dopo un viaggio iniziato due mesi fa a Milano, è nella culla del Rinascimento, Firenze, che E-Qube Startup Challenge è arrivata a decretare i vincitori, dando loro una nuova opportunità di rinascita professionale.

La giuria formata dal panel aziendale di Estra ha decretato come prima classificata Adabra che ha sviluppato una piattaforma di customer engagement.

Secondo gradino del podio per la startup Vertical m2m, con sede a Parigi, che ha sviluppato una piattaforma di IoT (Internet of Things) completamente scalabile e integrabile, in grado di unificare la gestione di tutti gli apparecchi attraverso un unico canale.
 
Terza classificata Datumize, con sede a Barcellona, azienda che ha sviluppato una soluzione innovativa che aiuta le imprese a catturare, sbloccare e sfruttare i dati inutilizzati, meglio noti come dark data.
 
Estra ha premiato queste tre realtà con un cospicuo assegno (rispettivamente di 30, 20 e 10mila euro) che le tre startup potranno utilizzare per sviluppare il proprio business, fedeli a quella linea di innovazione che Estra persegue quotidianamente, sia in chiave di processo aziendale, sia, come dimostra E-Qube, gettando uno sguardo alle brillanti e promettenti imprese che, senza il reperimento di risorse adeguate, farebbero fatica a dare gambe e corpo alle proprie idee e a competere nello scenario internazionale.
 
Tre giorni di idee e innovazione
 
Abbiamo visto molte idee durante questo affascinante viaggio di E-Qube. Tante quante sono state le strette di mano al Palazzo dei Congressi di Firenze. Abbiamo visto biglietti da visita turbinare tra le mani e concludere il loro scambio in portafogli interessati.

Abbiamo visto sorrisi aprirsi di fronte al lento schiudersi di intuizioni brillanti. Abbiamo visto sguardi attenti e occhi profondi al cospetto di progetti da esplorare.

Menti che non temono il confronto, ma che da questo acquistano forza e coscienza. Abbiamo visto nascere innovazione, ancorata ai valori del territorio.


Abbiamo visto tutto questo, e un binomio vincente: quello tra Estra e un futuro radicato nel presente.
 
Nella realtà di un’azienda che ha saputo chiamare a raccolta e individuare le menti più brillanti, perché brillanti sono le menti che la animano ogni giorno.