Visioni. Questa parola ci fa pensare al futuro e ispira la nostra creatività stimolandoci a reinventare la realtà. L’abitudine, però, ci porta ad associare il concetto di “visione” a qualcosa di vago e fumoso che, poco o nulla, ha a che fare con la realtà.  La scommessa del “Vivaio Visionary Forum”, un evento che si è tenuto nei giorni scorsa alla Triennale di Milano, sta proprio nel ribaltare questa credenza.
L’iniziativa, infatti, è nata per permettere a chi ha un progetto innovativo di realizzare la propria idea entrando in contatto con potenziali partner e sostenitori. Con quest’obiettivo, gli organizzatori dell’evento hanno chiamato a raccolta giovani talenti, aspiranti startupper, innovatori di successo e potenziali finanziatori. Come ha sottolineato Eugenio Gatti, direttore generale della Fondazione Politecnico di Milano:

«Costruire relazioni, e fare incontrare idee e risorse imprenditoriali, è essenziale per chi vuole realizzare qualcosa di nuovo. Ma si sta anche allargando il divario sociale ed economico tra i protagonisti dell'innovazione e chi non riesce a starle al passo».

Per questo “Vivaio Visionary Forum” è stato un importante punto di partenza, un primo passo, l’inizio di un percorso che vuole portare lontano. Tra le idee visionarie e i progetti ambiziosi che sono stati presentati, ecco le cinque proposte che ci hanno colpito di più.
Give me five Marco Gualtieri, fondatore del summit Seeds&Chips dedicato al meglio della food innovation, dopo aver portato Barack Obama in Italia a parlare di cibo e futuro, ha inventato “Give me Five”. Si tratta di un’iniziativa che vuole dare la possibilità alle startup dell'agroalimentare di incontrare per cinque minuti un businessman affermato, un potenziale investitore di successo.
Green4All È questo il nome di una startup che ha ideato serre pensili verticali, da installare all'esterno di case e palazzi, in grado di utilizzare energia solare e riciclare l'acqua per l'irrigazione.
Interprete LiveSi tratta di una web App per smartphone e tablet che offre ai turisti in visita in Italia un servizio di interpreti “in diretta” e sempre a disposizione. 
Spire Questo progetto punta a coltivare in città, all'interno di un bio-reattore urbano, l'alga spirulina che, oltre a essere commestibile, fa bene all'ambiente perché assorbe anidride carbonica in quantità quattro volte superiore a quella degli alberi.
YourDesk Sarà la prima piattaforma italiana dove mettere a disposizione o cercare spazi di lavoro, ad esempio per Free-lance e liberi professionisti, a prezzi concorrenziali rispetto alle strutture di co-working.
Al forum ha partecipato anche Guido Martinetti, fondatore e amministratore di Grom, che ha ispirato i visionari seduti tra il pubblico con questo consiglio: «Non bisogna farsi condizionare e frenare dalla paura di sbagliare. Se imparo dagli errori che faccio, divento visionario di me stesso. La visione fondamentale per ognuno di noi, in ogni caso, non riguarda un'azienda o un prodotto, ma dove andrà la nostra vita».