La sfida tra i colossi dell’informatica si gioca sul campo della smart home. Apple e Google stanno progettando un nuovo dispositivo per la casa: il primo sarà una nuova versione di Siri, il secondo un servizio di domotica a basso costo. I due sistemi andranno a fare a concorrenza a Echo, lanciato da Amazon a fine 2014.
Secondo quanto annunciato dal sito The Information, l’assistente personale Siri sarebbe pronto a uscire dagli iPad e dagli iPhone per entrare nelle nostre case. L’azienda guidata da Tim Cook, infatti, starebbe lavorando alla realizzazione di un assistente casalingo con cui sia possibile conversare per avere informazioni o attivare oggetti collegati alla HomeKit (la piattaforma di Apple che fa comunicare dispositivi domestici e iPhone). 

Siri, nella versione pensata per l’utilizzo domestico, sarà in grado di riprodurre musica, collegarsi al televisore per mostrare contenuti in streaming, inviare messaggi e accedere ai dati conservati su Internet.

È così, dunque, che Apple vorrebbe rispondere a Google Home, il dispositivo per la smart home presentato ufficialmente qualche settimana fa in occasione della conferenza dedicata agli sviluppatori. Home è basato su tecnologie di ultima generazione, è caratterizzato da un design elegante e attuale ed è stato pensato dal colosso di Mountain View per trasformare la domotica in un servizio accessibile a tutti e non in una scelta elitaria. 
Attraverso Google Home sarà possibile fare domande, ottenere risposte e chiedere a voce di ascoltare musica, prenotare un volo, leggere un messaggio sullo smartphone o azionare gli elettrodomestici a distanza.
In questa sfida Siri sembrerebbe partire svantaggiato per il fatto di non essere supportato dalla mole di informazioni che Google sta utilizzando per ottimizzare il suo sistema e migliorarne il funzionamento. Apple potrebbe però avere un asso nella manica da giocarsi per provare a superare questo limite. Da un po’ di tempo, infatti, si rincorrono delle voci su un’imminente apertura di Siri per consentire ai produttori di altre applicazioni di svilupparne le funzioni.
Per prevedere quale di questi due dispositivi avrà la meglio è sicuramente troppo presto. L’unica valutazione che si può fare riguarda il dispositivo intelligente di Amazon che è presente sul mercato dal 2014 (ma non può ancora essere comprato in Italia). Echo è un cilindro nero che si collega alla Rete Wi-Fi di casa e può essere usato per ascoltare musica, avere informazioni sul meteo o fare qualche acquisto online. Nonostante le sue funzioni siano ancora limitate, nell’ultimo anno ha ricevuto recensioni molto positive inaugurando, di fatto, un nuovo giro d’affari legato all’elettronica per la casa.